committed to historic Baptist & Reformed beliefs

 

LA CONFESSIONE DI FEDE BATTISTA DEL 1689

 

18. Della sicurezza della grazia e della salvezza

1. Anche se i credenti temporanei e altri uomini non rigenerati possono ingannarsi con false speranze e presunzioni carnali di avere il favore di Dio e di essere salvati, queste loro speranze si riveleranno infondate1. Al contrario, quelli che credono veramente nel Signore Ges? lo amano con sincerit? e che si sforzano di camminare in buona coscienza davanti a Lui, possono in questa vita avere la certezza di essere nello stato di grazia e possono gloriarsi nella speranza della gloria di Dio2; e da una tale speranza non saranno mai delusi3.

1 Gb 8,13-14; Mt 7,22-23
2 1 Gv 2,3; 3,14-24; 5,13
3 Rm 5,2-5


2. Questa sicurezza non ?semplicemente una convinzione ipotetica o probabile fondata su una speranza fallibile. E' invece una sicurezza di fede infallibile4 che ha come fondamento il sangue e la giustizia di Cristo rivelati nell'Evangelo5, la prova interiore delle grazie dello Spirito in conformit?alle promesse fatte nelle Scritture6 e la testimonianza dello Spirito di adozione il quale attesta insieme al nostro spirito che siamo figli di Dio7 e mantiene il nostro cuore umile e santo8.

4 Eb 6,11,19
5 Eb 6,17-18
6 2 Pt 1,4-11
7 Rm 8,15-16
8 1 Gv 3,1-3


3. Questa sicurezza infallibile non fa parte dell'essenza della fede al punto da essere una esperienza automatica ed inevitabile. Un vero credente pu?aspettare a lungo e lottare contro tante difficolt?prima di esserne partecipe9. Tuttavia, conoscendo le cose che Dio d?liberamente per l'aiuto dello Spirito pu? senza alcuna rivelazione straordinaria, raggiungere questa sicurezza se si serve dei mezzi della grazia nel modo giusto10.

Perci?tutti hanno il dovere di impegnarsi a rendere sicura la loro vocazione ed elezione affinch?il loro cuore possa essere ripieno di pace e di gioia nello Spirito Santo, di amore e riconoscenza verso Dio e di forza e allegrezza nel compimento dei doveri di obbedienza i quali sono i frutti naturali della sicurezza11 che non dispone certo gli uomini alle azioni dissolute12.

9 Is 50,10; Sal 88; Sal 77,1-12
10 1 Gv 4,13; Eb 6,11-12
11 Rm 5,1-5; 14,17; Sal 119,32
12 Rm 6,1-2; Tito 2,11-14


4. La sicurezza della salvezza dei veri credenti pu?essere scossa, diminuita o interrotta in vari modi: o perch?trascurano di preservarla13, o perch?sono caduti in qualche peccato particolare il quale ferisce la coscienza e contrista lo Spirito14, o per una tentazione improvvisa e forte15, o perch?Dio ha nascosto la luce del suo volto, lasciando che anche quelli che lo temono camminino nelle tenebre senza una luce16.

Tuttavia, i credenti non sono mai privati del seme di Dio17, della vita di fede18, dell'amore di Cristo e dei fratelli, della sincerit?di cuore e della coscienza del proprio dovere. Per mezzo di queste cose e per l'operazione dello Spirito ?possibile con il tempo ravvivare19 la loro sicurezza e nel frattempo queste grazie li preservano dalla totale disperazione20.

13 Cant 5,2-6
14 Sal 51,8-14
15 Sal 116,11; 77,7-8; 31,2
16 Sal 30,7
17 1 Gv 3,9
18 Lc 22,32
19 Sal 42,5-11
20 Lam 3,26-31

 
 
The Reformed Reader Home Page 


Copyright 1999, The Reformed Reader, All Rights Reserved